Il Metaformismo

Il Metaformismo – L’Arte Contemporanea nelle antiche dimore.

Rocca Paolina – Sotterranei del Palazzo della Provincia di Perugia.

Alla Rocca Paolina di Perugia da sabato 1 luglio e fino al 15 luglio, in contemporanea con UmbriaJazz 2017,  sarà possibile visitare la mostra il metaformismo. Un percorso espositivo concepito da Giulia Sillato, storica dell’arte di  scuola longhiana, destinato a mettere in discussione vocaboli come astratto o informale, iconico o aniconico, definizioni che appaiono del tutto superate alla luce delle sue riflessioni.

“Il Metaformismo non è solo una lettura che introduce l’osservatore nel labirinto dei segni e dei simboli dell’arte, ma vuole abbattere ogni muro che separa il passato dal presente, è stata la storia a generare gli artisti di oggi ed è bene continuare a ricordarlo”, sostiene Giulia Sillato, ideatrice del Metaformismo e curatrice de “L’Arte Contemporanea nelle antiche dimore”, rassegne espositive itineranti realizzate in luoghi museali per fare interagire linguaggi artistici odierni al passato.

La suggestiva esposizione nei Sotterranei del Palazzo della Provincia di Perugia, con oltre cento opere in mostra, è la 32ª edizione alla quale sono stati invitati i seguenti artisti; Luigi Aricò, Renzo Barbazza, Pietra Barrasso, Emilio Belotti, Natalia Berselli, Jole Caleffi, Drago Cerchiari, Carmine Ciccarini, Adriana Collovati, Rosetta D’Alessandro, Daless, Sebastjan Degli Innocenti, Enzo Devastato, Massimo Fumanti, Cristiana Grandolfo, Ernesto Lodi, Eugenio Marchesi, Berardino Morelli, Chiara Müller, Salvo Nicotra, Michele Pinto, Osvalda Pucci, Giulio Ribezzo, Tiberio Rilli, Maurizio Rinaudo, Fedora Spinelli, Claudia Tenani, Francesco Terelle, Roberto Tigelli, Marco Tulipani.

La mostra è stata organizzata dallo staff operativo della Fondazione Giulia Sillato di Trieste e Verona con il patrocinio della Regione Umbria, del Comune di Perugia e della Provincia di Perugia.

 

Il Metaformismo
L’Arte Contemporanea nelle antiche dimore
Rocca Paolina, Sotterranei del Palazzo della Provincia di Perugia.
Fino al 15 luglio 2017, orari: tutti i giorni dalle 10 alle 22.
Info > www.fondazionegiuliasillato.it

La stampa nazionale nella sezione “Arte e Cultura” del 30 giugno 2017 dedica un articolo alla manifestazione:

Carmine Ciccarini per il Metaformismo:

Su richiesta esplicita della Prof.ssa Sillato che lo ha spronato nel cimentarsi con l’arte astratta; il maestro Ciccarini espone tre opere, di cui due inedite che rivelano una tecnica particolarmete efficace e una notevole inventiva nell’uso di materiali e colori. Per la prima volta viene utilizzato su tela dall’artista l’inchiostro; ma non per definire tratti e particolari del disegno, ma come sfondo preparatorio della tela; ciò crea un effeto luninoso e materico che non è possibile ottenere con la sola pittura ad olio.

Alle due opere in mostra si aggiunge una terza, del 2015; quasi un preludio alla nuova tecnica. La città resta comunque il punto cardine della pittura, e della “poetica”, ciccariniana.

blu (progetto di una città sul mare) – olio su tela -130×85 – 2015

 

Tramonto sul ponte di Brooklyn – 50×70 – olio e inchiostro su tela – 2017
Sintesi di una città – 50×70 – olio e inchiostro su tela – 2017

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *